La Guarimba

Il 7ago20 ho passato una piacevole serata al La Guarimba1 International Film Festival. Sono uscito da lì completamente ubriaco, purtroppo non per l’alcool, ma per due motivi:

  1. la quantità di cortometraggi visti, di cui alcuni molto belli ma che, purtroppo, non ho annotato. Dopo la prima ora di visione, ero esausto! Forse, visto l’effetto totalizzante che il cinema ha su di me, non sono fatto per i festival: ho bisogno di concentrarmi su un film e basta;
  2. la quantità di parole del direttore artistico2 Giulio Vita. Ad ogni introduzione delle varie fasi del festival, ha praticamente sempre parlato male del comune di Amantea e dell’amministrazione regionale della Calabria, contrapponendo il loro (ma suo in particolare) spirito creativo e propositivo, che migliora il mondo. Tutto molto bello Giulio… ma poi, guardando i partner, si scopre che il festival è reso possibile proprio dalle istituzioni pubbliche con cui tanto ce l’hai contro! Naturalmente, sui partner privati solo rose e fiori. Direi anche basta, con questa retorica che demonizza le istituzioni pubbliche: visto che il tuo scopo è di portare il cinema alla comunità, ti informo che la comunità è fatta anche dalle istituzioni pubbliche che, tra l’altro, ti sovvenzionano pure.

A parte la mia solita dose di vetriolo, però, confermo che questo festival è una bella esperienza civica, frutto di caparbietà e dedizione: quindi, lunga vita alla Guarimba! Solo una chiosa: l’intro è stata dedicata al grandissimo Ennio, con una vera orchestra che musicava alcune sue composizioni, mentre scorrevano delle immagini di film. Un momento magico e di cui ringrazio tutti/e i/le “guarimberos”.


  1. https://www.laguarimba.com/it/edizione2020/
  2. https://www.laguarimba.com/it/chisiamo/
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Stupiscimi: sicuramente ne sai più di me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.